Paranoie - Cenacolo di Ares official

"In modo complesso, siamo artisti della semplicità"
pagina facebook ufficiale del cenacolodi ares
pagina ufficiale youtube del cenacolo di ares
Vai ai contenuti

Menu principale:

Paranoie

Schede Libri e CD > Gli indipendenti
PRESENTAZIONE
Il libro è la seconda uscita della collana Gli Indipendenti delle edizioni Cenacolo di Ares. Si
compone di una raccolta di 20 racconti di diversi autori sardi, curata da Igor Lampis e Ivo Murgia,
col tema comune della paranoia. Ogni autore, con la massima libertà, ha potuto raccontare la sua
personale visione della paranoia, declinandola in base alla propria esperienza reale o di finzione. 20
autori, 20 modi di intendere la paranoia.
I temi trattati sono quindi diversi per ognuno anche se, per puro caso, alcuni autori si sono ritrovati
a trattare aspetti simili della paranoia. Nello spirito di assoluta libertà dell’iniziativa, non è stata
apportata nessuna modifica alle creazioni dei partecipanti. Gli autori coinvolti dai curatori vanno da
qualche nome noto della scena letteraria sarda ad altri che esordiscono proprio con questa
pubblicazione. Tutti i racconti sono inediti e la maggior parte degli autori pubblicano per la prima
volta col Cenacolo di Ares. Gli stessi curatori della raccolta partecipano con due loro racconti
originali.

SINOSSI
In questa opera si parla di paranoia, secondo vari punti di vista e secondo diversi autori. Ogni autore
ha potuto esprimere la propria visione della paranoia come ha voluto e creduto. A grandi linee si
possono individuare alcuni temi generali che ricorrono nell’antologia, la paranoia intesa in senso
passionale, la dipendenza da internet, smartphone e social network, quella più personale
“patologica” o anche un filone spystory etc. Si possono trovare insomma paranoie per tutti i gusti.
Anche gli stili sono assolutamente personali di ogni autore, così come le lunghezze, le
ambientazioni etc.
I curatori si sono riservati uno spazio come autori ma nella loro veste di editori/curatori hanno
ridotto al minimo la fase dell’editing, limitandola a meri consigli, ritenendo che ogni autore sia
responsabile dei suoi scritti.

DESTINATARI
Il libro è destinato a tutti. Essendo il libro molto vario e diverso, può incontrare i gusti di lettori
molto diversi, di ogni genere. Le scritture e le modalità narrative degli autori sono naturalmente
personali e distinte da quelle degli altri partecipanti. Molti tipi di scrittura sono qui rappresentati.
L’opera offre una panoramica inedita dello scrivere in Sardegna, con autori praticamente
sconosciuti, qualcuno noto e qualcun altro molto conosciuto nell’ambiente letterario sardo.

Gli autori
Antoni Arca (Alghero 1956), ex cantautore, ex poeta, ex drammaturgo, ex saggista, ex intellettuale, ha pubblicato
libri nella Comunità Valenciana, in Catalogna, in Corsica, nella penisola italica e in Sardegna.
Scrive soltanto romanzi usa e getta.
Antonello Ardu, vive e lavora a Cagliari. Ha pubblicato “Dossier Hoffmann” Aisara 2009 - “Il fattore k” Youcanprint
2012 - “Cagliari ieri, oggi e forse anche domani” - Falco editore 2014. Nel febbraio 2016, con uno pseudonimo, ha
pubblicato un quarto romanzo. Animalista convinto, ama cinema, letteratura, cucina e viaggi. E tante altre cose.

Veronica Atzei, nata a Cagliari (solo perché c’è l’ospedale eh!) ma cresciuta e tuttora abitante di Turri, ameno
paesello della Marmilla. Insegnante di lingue precaria, guida turistica, amante dei percorsi alternativi. Odia i tacchi
e adora le scarpe da trekking. Selvaggia divoratrice di libri, viaggiatrice alla scoperta del mondo, gattofila. Pianista
mancata. Fotografa dilettante ma appassionata, acuta osservatrice della natura nelle sue innumerevoli forme.

Antonio Boggio è nato a Iglesias il 10 luglio 1982, cresciuto a Carloforte nell’isola di San Pietro. Attualmente vive e
lavora a Cagliari.

Alessandra Dessì è laureata in Psicologia e abita a Monserrato. Il resto è in corso d’opera.

Debora Lampis, legge moltissimo e aiuta le persone a stare meglio. Nel tempo libero legge e aiuta le persone a
stare meglio. Quando può scrive racconti che invia ai suoi lettori su fogli di carta scritti a mano, legati alla zampa di
un piccione viaggiatore. Si narra che i suoi racconti siano bellissimi, ma nessuno li ha mai letti.

Igor Lampis è nato come tutti gli altri - padre, madre e un pizzico d’amore - a San Gavino, anche se gli piace
imbrogliare dicendo di essere venuto al mondo a Pabillonis, il suo paese preferito, che fuso al punk diventa
Punkillonis, il nome del suo gruppo preferito.
Ha pubblicato poesie, romanzi e racconti e pare che abbia voglia di continuare a farlo.

Andrea Maccis è nato nel 1981 ed è di Pabillonis. Lavora nell’IT e nel tempo libero cerca di combinare le sue
passioni per l’economia e per la lingua sarda attraverso il suo blog, sardunomics.

Emiliano Manca è nato a Cagliari nel 1974. Vanta una posizione di solido precariato nelle professioni di Archeologo,
Guida Turistica e Insegnante di Lettere. Racconta storie da quando non sapeva ancora scrivere né leggere. Per anni
ha alternato i racconti scritti a quelli cantati, suonati, messi in scena, ma non risulta che qualcuno se ne sia accorto.
Di conseguenza, ora si limita alla scrittura: strumento narrativo che si illude di conoscere meglio degli altri,
praticabile anche senza collaboratori da convincere, tanto economico da non temere la mancata pubblicazione.

Maria Antonietta Marras, sono MAM per tutti. Scrivo per necessità. Osservo, mastico e sputo storie vere.
Insomma, sono un ruminante di immagini e parole.

Savina Dolores Massa, nata senza frontiere, è poeta di parole in prosa, versi, voce. Con Ed. Il Maestrale pubblica i
romanzi: Undici, Mia figlia follia, Ogni madre, Cenere calda a mezzanotte. Suoi racconti sono presenti nelle
Antologie: Piciocas (ed. Caracò); Eros in Sardegna (ed. CUEC); La cella di Gaudì (ed. Arkadia) e molte altre. Scrive e
interpreta per il teatro. Pochi esempi: La tua borsa così pittoresca (liberamente tratto dal carteggio tra Gramsci e
le sue donne); Per favore non spolveratemi le ossa (dedicato alla poeta Merini); Tutti salimmo sull’Arca (da
un’esperienza di letture orali in piazze diverse). Cura laboratori di scrittura creativa e propedeutica alla lettura
orale. Presta la propria voce ad altri autori sui palchi di numerose piazze e teatri. Benché restia a pubblicarla, vanta
sulla schiena la creazione di centinaia di poesie. Della propria versatilità e della propria scrittura ringrazia la vita che
ha vissuto.

Carlo Mulas, Càralu per gli amici, è quartese di nascita e casteddaju di pascolo. Tali frequentazioni cittadine l’hanno
portato a interessarsi di merdone. Il suo primo reportage su questo mondo sotterraneo è stato oggetto del
racconto Sa metropis de Las Merdonas, esordio letterario del 2005 con premio a Desulo. Da allora non ha smesso
di scrivere, in sardo e in italiano, e di andare alla ricerca di statue abitate da fantasmi, ricordi di bambini sfollati sui
monti, fate e suonatori di launeddas, capre ogliastrine schizofreniche, e quant’altro capiti tra le anticamere del
cervello.

Francesca Mulas, nata a Cagliari nel 1976, ha studiato Lettere Classiche e si è specializzata in Archeologia. Lavora
attualmente come giornalista. La sua passione per le cose antichissime da una parte e per quelle contemporanee e
attuali dall’altra l’ha portata ad avere due personalità
distinte che vivono in un rapporto conflittuale tra loro. In
entrambi i casi, ama la comunicazione chiara e semplice.

Roberto Mura, nato a Cagliari il 28 settembre 1979. Appassionato di pesca, ogni tanto scrive. Ha pubblicato alcuni
racconti, alcune poesie, alcuni romanzi. Va matto per gli spuntini con gli amici e per i discorsi di filosofia dopo il
secondo bicchiere di vino. Se non c’è vino si accontenta della birra. Ma chi siat frisca.

Ivo Murgia, nato a Cagliari nel 1974, sardo per scelta e per adesione emotiva alla sua comunità, da una quindicina
di anni si occupa di progetti sulla lingua e la cultura della sua terra lavorando nell’editoria e nella comunicazione.
Avendo speso molti anni a lavorare con le minoranze linguistiche, dopo la lingua sarda ha deciso di dedicarsi anche
al dialetto fiorentino.

Andrea Pau, ingombra la Sardegna dal 21 aprile 1981, è sceneggiatore e scrittore di libri per ragazzi.
È autore del fumetto Radio Punx (Chine Vaganti, 2012) e della serie di romanzi illustrati Rugby Rebels (Einaudi
ragazzi, 2010), illustrati da J.C. Vinci.
Nel 2013 ha creato la serie Dinoamici (DeAgostini Editore), illustrata da Erika De Pieri e tradotta in Spagna, Turchia,
Portogallo, Cina.
Collabora con Atlantyca Entertainment (Geronimo Stilton: I
Preistotopi e I Supertopi, Piemme Editore) e Book onatree (Ricci Scout, Salani Editore).
Ama la pizza napoletana, la birra al frumento e perdere tempo.

Giacomo Pisano, classe 1975, laureato in archeologia medievale e appassionato di arte contemporanea e body art,
si divide fra il suo lavoro burocratico per Sardegnait e l’attività di curatore. Collabora da oltre dieci anni con i centri
comunali d’Arte e Cultura di Cagliari e ha gestito una piccola galleria privata. Ha ideato e promosso moltissime
mostre con particolare attenzione per i giovani e la Street. Ha all’attivo diverse pubblicazioni e collaborazioni con
riviste e artisti. È un fervente tifoso della comunicazione chiara e rivolta a tutti senza eccezione alcuna.

Emanuele Pittoni, nato a Chivasso (To) nel 1975. Antropologo fisico, cantante, autore di testi musicali e guida
ambientale escursionistica.

Pasquale Demis Posadinu è nato nel 1980, vive a Nulvi in Sardegna, è sardo e scrive canzoni. Per 10 anni ha
condiviso la sua esperienza musicale con la band Primochef del Cosmo, con cui ha registrato due dischi e suonato
sui palchi dell’Isola e della penisola assieme ad artisti italiani di valore, cultura musicale e spessore. Nel 2015
debutta con un album omonimo pubblicato dalla rediviva etichetta Desvelos Records (distribuzione Audioglobe) e
prodotto dal genio di Giovanni Ferrario (Scisma, Micevice, Morgan)

Gianni Zanata è nato a Cagliari. Giornalista e scrittore, autore di romanzi e di numerosi racconti, suonatore di
chitarre. Ha pubblicato “Prestami una vita” (Edizioni Rebus), “Non sto tanto male” (Quarup), “Dettagli di un
sorriso” (Quarup). Fa parte del gruppo dei Dylanisti Anonimi. Il suo sito è www.giannizanata.it


Paranoie

Anno di pubblicazione 2014
Titolo: paranoie
Auore: AA.VV.
Copertina Morbida - 237 pagine b/n - Prezzo: Euro 15
ISBN 978-8-899-85000-5

Disponibilità immediata
15.00 € Aggiungi
Cenacolo di Ares Edizioni - Aps Ethiquà - PIVA 03486480928
Torna ai contenuti | Torna al menu